29 January 2012

Euros 2012 - MEN FP RESULTS


Yesterday the new European champion has been finally announced, and seeing the Tsar again on the highest step of the podium, the gold medal at his neck by right, was so moving and exciting! The first time Evgeni Plushenko won the gold at the Euros was 12 years ago. And now at 29 and in his second comeback to competitive ice, he has taken the title again, troubled knee and all.

Gachinski skated well, but couldn't compete with the force of nature that was Plushenko. Amodio was great and clean, and thanks also to other skaters' mistakes, he claimed the bronze medal.

But, among all the happiness and excitement for Evegeni winning, I feel also a deep sadness and sorrow for Kevin Van Der Perren withdrawal. These European championships were Kevin last competition before turning professional, and seeing him ending his career with a withrawal made me heartbroken. I'll miss you very much, Kevin!





This is a screenshot I took during the ceremony. And from that expression, I'm imaging Plushenko's thoughts: "Eheh boy, you've done well, you've done your best, but I'm still the Tsar here. Did you really think I'd give up to my crown so easily? Nope. You'll have it, one day. But for now, it's mine to wear."



Evgeni Plushenko

Evgeni proved today that his comeback to competitive skating was no joke, winning his seventh European title. And proved, to all who accused him to talk the talk but to not walk the walk, not only to be able to skate with only one leg, as his coach Mishin put it, but also to do a quad in style with only one leg!
"Simply holding my breath after watching Plushenko's free program... Wow", told Laura Lepisto on twitter. And we wowed with her: 4T, 3A, 3Lo, 3A3T, FSSp4, 3Lz2T2Lo, 3Lz, CiSt3, 3S2A seq so, CSp4, 2A, CCoSp3. I was holding my breath at frist, not a sound in the room, then the music started and I wasn't so anxious for him in ages. Then he finished his performance and I was already jumping up and down in front of the tv and I read the points and couldn't stop wowing!
He opened his "Tango the Roxanne" with a strong quad toe, then added seven more triples, including two triple axels, to win with a total score of 261.23. Incidentally, both his total score and his free skate mark of 176.52 were highest recorded by any skater this season internationally. “I'm so happy with my performance because I did the whole program clean, I did the quad and I skated with big emotions. Like a real Plushenko! It is my seventh title and I wrote a little bit of history. I am proud of myself. I decided yesterday in the practice that I’m going to do the quad”, Plushenko said.



Artur Gachinski

I was so happy for him! He skated so well, even he was so worked up for being ahead of his idol.
It's strange how, having a close look at him, you can see how his technique, his jumping skills are the same as Plushenko! I know, maybe not so strange if you think that they have the same coach, but  it's stunning all the same. I think Artur needs only to learn to smile more, to be a little more confidente, and he will be a great showman like his idol. He's 18 years old, he has plenty of time to learn!
Artur hit two solid quad toes at the beginning of his program and went on to land four more clean triples, including two triple axels, in his routine to “Interview with a Vampire”. Though eclipsed by Plushenko, Gachinski captured the silver with  246.27 points. “I did everything I wanted and I landed two quads in the free skating for the first time. I am very pleased with what happened today. To come second in my second Europeans is a big step forward for me. I got a seasons best and a high score”, Artur commented.



Florent Amodio

I've never been a fan of Amodio, but witnessing his happiness and his excitement for his bronze medal made me change my mind a little. I think I may start to like him...
Performing to “Memories of Sobral”, Amodio produced two triple Axels and four more triples, but doubled his planned quad Salchow,  pulling up from fifth to third. “It was a difficult beginning of the season and I am proud of myself and my time now. I worked really hard and now I feel fee”, Amodio told the post-event press conference.



And on we go with the skaters that didn't make it to the podium...

Michal skated what I think is a great routine, but unluckly he didn't menage a clean performance, falling once.



Tomas did what Franca Bianconi called once, speaking about Kevin Van Der Perren, "disastri inenarrabili", that I could render as an "unspeakable mess". Poor Tomas, I really enjoy watching him skating every time, and I was really sorry to see him like that.



Fernandez didn't take the strain: he improved greatly from last year, but maybe he was under too much pressure... He has plenty of time to make up for the lost medal.



That was really a pity, for Samuel Contesti: a wonderful FP couldn't make up for a bad SP... Come on Samuel, we want to see you shining at the Worlds in Nice!



Not only Brian clearly didn't take the strain, but he also was really jinxed: that damned pant was all he neded! I was really sorry for him, I was touched.



After Kevin Van Der Perren withdrawal, Jorik must have been under real pressure, but he did well.









I've heard many critics to Kim Lucine program, but I must admit that I've loved it! He was unconventional, absorbing and funny. He made me smile. I've loved him!

















And here a pic of Kevin Van Der Perren removing his skate after withdrawing with an injury from the free programme. It made me almost cry seeing him go to talk with the judges, because usually this means only one thing: withdrawal. And knowing this will be his last competition, it made me very sad.



Kevin acknowledges the crowd after withdrawing. “He fell on his wrist in the short program. We didn't go to hospital with it but we think it may be broken”, coach Silvie de Rijcke commented. “We tried to make it numb but then he couldn't feel anything. He decided just now (at the beginning of the free program) to withdraw. This was to be his last competition so he is very sad that he could not compete.”



By Kevin! Hope to see you soon as a professional in some exibition or gala...




Source: ISU

15 comments:

  1. Bellissimo post .....
    Questi campionati Europei mi hanno proprio appassionata - Plushenko mi ha dato delle emozioni veramente forti (pattinando praticamente con una gamba sola - causa problemi al ginocchio è riuscito comunque a fare un salto quadruplo ed a ritornare ad essere il migliore d'Europa.
    Quello che viene considerato il suo erede Artur Gachinski che è arrivato solo secondo - è tecnicamente molto bravo ma non ha ancora abbastanza consapevolezza di se stesso (copia in alcune cose ed atteggiamenti Plushenko stesso) e soprattutto dal punto di vista interpretativo non è ancora abbastanza bravo. Ma sono sicura che si farà.
    Una persona mi è mancata come è più ancora dell'anno scorso - Stéphane Lambiel - se ci fosse stato anche lui in competizione avremmo visto le scintille >3

    ReplyDelete
  2. Grazie mille Arwen.
    Si è sentita così tanto la mancanza di Plushenko in questi due anni! Battere tutta la concorrenza (sebbene gli altri abbiano fatto i loro errori) alla sua età, con il cambio di regole e i problemi fisici è stata un'impresa degna davvero del grande campione che è! Inoltre, è stato un bello smacco per quelli che lo criticavano per non aver fatto il quadruplo dopo aver scatenato la polemica alle Olimpiadi: il quadruplo lo ha fatto e con un ginocchio andato.
    Sì su Artur sono d'accordo, è ancora troppo giovane. Tecnicamente si vede la somiglianza con Plushenko, ma la cosa non sorprende dato che hanno lo stesso coach. Però a livello interpretativo ha ancora molto da imparare. E magari dovrebbe sorridere un po' più. Ma è giovane e ancora emozionato. Ha tempo per imparare.
    Il Piccolo Principe manca tantissimo anche a me! La sua grazia, le sue trottole... Anche lui si è ritirato per problemi ai legamenti. Ma chissà, magari dopo il ritorno di Weir... La speranza è l'ultima a morire.

    ReplyDelete
  3. Non credo che Lambiel si sia ritirato per problemi ai legamenti ...............
    anche perché continua a pattinare tranquillamente moltissimo come professionista in giro per il mondo - in molti e moltissimi Show - anche in Italia.
    Lui dice che avendo già vinto tutto il suo tempo con le competizioni era finito.
    Inoltre ha sempre sofferto mentre competeva - in quanto è sempre stato uno molto creativo e faceva programmi con movimenti o salti o novità che venivano penalizzate dai giudici in quanto non accettate. Fuori dalle regole del momento.
    Penso che la sua vera dimensione sia nello Show - come in alcune occasioni ha detto anche lui stesso.
    Comunque sarebbe stato bello rivederli un'altra volta uno contro l'altro Lo Zar ed Il Re del Pattinaggio he he he!
    Riguardo ad Artur Gachinski lo so lo so che ha lo stesso allenatore di Plushenko in fatti si vede che il loro modo di pattinare è molto simile
    Vedremo in futuro che cosa succederà!

    ReplyDelete
  4. Io ricordo un vecchio articolo in cui si parlava di prblemi di salute, ma non ricordo di preciso. Mannaggia a splinder che mi ha perso l'archivio, altrimenti sarei più precisa. Comunque potrei ricordare male.
    Fare show e competere non è la stessa cosa, infatti Plushenko ha continuato ad esibirsi in questo periodo di pausa, nonostante le molteplici operazioni al ginocchio.
    Quello è vero, è un peccato che la sua creatività non venisse pienamente riconosciuta o addirittura penalizzata in gara.
    Rivedere Lambiel e Plushenko insieme sarebbe fantastico! Ci dovremo accontentare dei prossimi Kings on ice... ;)
    Spero che Artur maturi e mantenga un alto livello di pattinaggio, anche perché è davvero il futuro del pattinaggio maschile russo, data la mancanza di pattinatori veramente forti in Russia (anche se Voronov ogni tanto fa degli exploit degni di nota e ai nazionali anche Zhan Bush ha fatto una bella figura...)

    ReplyDelete
  5. Mahhh !
    in una recente intervista Stéphane ha detto che si allena tutti i giorni e quello che ho detto riguardo al fatto che il suo periodo in competizione sia finito. Su Doppio Axel di Novembre 2011. Può darsi che abbia avuto dei problemi di salute - ma penso temporanei - come molti dei migliori pattinatori io penso tuttavia .......... sia altamente probabile che non siano stati la vera causa del suo ritiro dalle competizioni.
    Anche io spero che Artur maturi soprattutto dal punto di vista espressivo e trovi una sua personalità - smettendola di imitate Plushenko. Di sicuro la Russia da lui si aspetta molto - Plushenko è tornato io penso anche perché per Sochi Artur non sarebbe stato del tutto pronto. E loro vogliono assolutamente vincere le prossime Olimpiadi!
    Si si i due pattinatori che hai detto sono validi ma non al livello dello Zar infatti la federazione Russa ha fatto salti in alto per fare in modo che l'ISU autorizzasse il ritorno in competizione di Plushenko .... Per ovvi motivi !?

    ReplyDelete
  6. Sì e la pressione si è sentita, povero Artur! L'hai visto alla cerimonia delle small meals del SP? Sembrava spaesato! Mettici pure l'emozione di essere davanti al suo idolo, seppure per una manciata di centesimi...
    Voronov e Bush non sono assolutamente paragonabili a Plushenko, questo è sicuro. Però devo dire che Bush mi ha davvero piacevolmente sorpreso ai nazionali Russi.
    Sì la Russia ha fatto pressioni, però sarebbe stato assurdo e stupido un rifiuto dell'ISU. Metti una regola per escludere pattinatori di basso livello e rifiuti l'ingresso a un ex campione olimpico? Sarebbe stato veramente assurdo...

    ReplyDelete
  7. Si in effetti sarebbe stato assurdo.
    Però Plushenko se ne è leggermente sbattuto delle regole prima. Sapeva che non poteva fare più di un certo numero di Show all'anno - e se voleva andare a Sochi avrebbe dovuto pensarci prima. Io credo che abbia pensato a tutto.Voleva fare una pausa intermedia he he he

    Comunque è stato bellissimo rivederlo pattinare ed in che modo !

    ReplyDelete
  8. Beh in effetti è molto da Plushenko una cosa del genere, eheh...
    Comunque anche molti tecnici stanno facendo pressione per far modificare la regola dell'Isu per esonerare altri campioni che si dovessero trovare nella stessa situazione.

    Bellissimo sì! Non vedo l'ora di rivederlo in pista, con il ginocchio rattopato però!

    ReplyDelete
  9. Complimenti! Bello il blog!!
    Se parliamo dell'autorizzazione a partecipare a Sheffield nonostante Plushenko avesse fatto solo una gara (nazionali russi) e fosse quindi basso nel ranking internazionale, non è che lui se ne sia sbattuto, ma è stato operato a maggio, ha stupidamente forzato per ricominciare subito ad allenarsi e poi in autunno durante le terapie hanno sbagliato a fargli un iniezione e gli si è generata una ciste al ginocchio che ha bloccato per un mese mi sembra la sua preparazione, cosa che gli ha impedito di rientrare prima alle gare come era sua intenzione fare dato che si è sempre allenato. Ovviamente su questa autorizzazione anche i detrattori sono stati d'accordo perchè lo spirito della regola era non far partecipare agli europei atleti di basso livello. Inoltre la sua presenza ha portato un ritorno d'immagine per il pattinaggio che la Federazione non ha potuto ignorare.
    Se parliamo della sua squalifica dopo Vancouver è un altro discorso.
    Comunque sono sconvolta leggendo anche sul forum dell'ISU che sia stato accusato di non aver portato il quad nello SP. Lui che non va neanche in gara senza quad da sempre. In 15 anni non lo vedono fare un quad e sparano senza chiedersi perchè? Possibile che chi parla non s'informi prima? Ha fatto 5 iniezioni per fare lo SP oltre al fatto che aveva uno stiramento a collo/schiena per cui non riusciva neanche a girarsi. Ma, dato che l'avevano autorizzato eccezionalmente, lui ha onorato l'impegno. Pare che neanche le motivazioni mediche plachino chi vuol parlar male, Che tristezza!
    Sapevate che in Italia quest'estate c'era Lambiel per aiutare con le coreografie Liza Tuktamisheva e Arthur? Naturalmente ha dato un occhio anche a Plush ;-) dato che sono in ottimi rapporti.

    ReplyDelete
  10. Grazie Lelo di essere passata!
    Credo che Arwen si riferisse a quando Plushenko ha partecipato ad un gala senza l'approvazione della federazione russa ed l'ISU gli aveva tolto lo stato di amatore.
    Per la partecipazione a Sheffield sono d'accordissimo con te. Infatti nel post in cui parlo del via libera dell'ISU dico la medesima cosa: la regola serve per mantenere un alto livello tra gli atleti e qui parliamo di un grande campione, europeo, mondiale e olimpico.
    Dell'operazione a maggio ero al corrente, ma della ciste causata da un'iniezione no... Poverino, come se non avesse già il ginocchio conciato di suo.
    Quella è gente che critica tanto per criticare. E con il FP Plushenko li ha costretti a rimangiarsi tutto. Ginocchio, iniezioni, stiramento e ha fatto il quadruplo. Adesso, io posso capire che ognuno ha i suoi gusti e Plushenko a molti possa non piacere, ma di certo non si può dire che non sia un grande atleta e un grande combattente!
    Davvero? No, non lo sapevo! Lambiel è fantastico, mi manca molto la sua grazia in gara.

    ReplyDelete
  11. Ciao Lelo ciao Melek
    si io ovviamnte intendevo quando Plushy ha partecipato da una gara senza l'approvazione della federazione Russa e dellìISU anche perché sapeva che probabilmente non gliela avrebbero data - visto che aveva superato il numero di spettacoli "permessi" non che sia del tutto d'accordo su questa regola ma esiste - ed a questo avrebbe dovuto pensare prima.
    Anche io sapevo dell'operazione di Maggio ma non della ciste causata dalla iniezione ma poverino .... è anche un poco sfortunato con quel ginocchio .....
    Per la partecipazione a Sheffiled hanno fatto più che bene a farlo partecipare ed in effetti penso che lo spirito della regola sia proprio quello che hai detto tu Lelo
    Anche io come Melek sono convinta che certa gente critichi solo perché ha la lingua in bocca. Tanto per parlare a volte anche di cose di cui non sa nulla. Ma con il suo Free lo Zar li ha proprio costretti a rimangiarsi tutto
    Si sapeva che Lambiel era stato a fare coreografie per Mishin e quindi per i suoi Allievi - tra cui Arthur e Plushy ......
    Speriamo in bene per il ginocchio del povero Plushenko che questa volta gli vada tutto dritto !
    Rimane un grande anzi grandissimo campione lo Zar ed è riuscito addirittura a migliorare e cambiare il suo modo di pattinare - cosa che alla sua età - non più giovanissima - non è per nulla facile.
    Mi manca moltissimo il Fantastico Lambiel ma apprezzo ed ho sempre apprezzato Plushenko che rimane uno dei più grandi pattinatori mai esistiti!

    ReplyDelete
  12. Ciao Arwen (che bel nome)!! Scusa se sono un po' pignola, non uccidermi :-))) ma la storia riguarda uno show, non una gara. E' un po' piu' lunga... comunque la federazione è stata veramente ridicola squalificandolo inizialmente a vita. Avrebe fatto una pessima figura perchè in nessuno sport succede, neanche in caso di doping che è la cosa piu' grave. Infatti gli ha lasciato uno spiraglio per agganciarsi ad una postilla legale ed alla fine l'hanno anche invitato a tornare. E' che in quel periodo lui era preso di mira piu' di oggi..
    A parte questo, volevo dire se avete notato le coreografie di Liza di quest'anno. Sono bellissime e si vede la mano di Stephane. Credo che su una donna l'intervento di Stephane sia semplicemente sublime. Spero tanto continuino a lavorare in futuro assieme!
    Comunque bello davvero il blog!! Mi piace molto!!

    ReplyDelete
  13. Ciao Lelo! Ben tornata!
    La squalifica a vita è stata veramente assurda. Ma infatti sembrava che volessero punirlo e la partecipazione allo show fosse un pretesto.
    Stèphane ha un'eleganza e una grazia strepitose. Ho visto la Tuktamisheva ai nazionali, trovo che sia molto brava anche se ancora giovanissima.
    Grazie, mi fa davvero piacere che ti piaccia! Torna ancora a trovarmi, è bello scambiare opinioni tra fan.

    ReplyDelete
  14. Torno molto volentieri. Grazie a te del blog. E' così difficile trovare siti/forum decenti dove scrivere in italiano ;-)

    ReplyDelete
  15. Grazie. E' vero, già è difficile trovare dei fan di questo sport, poi in italiano c'è proprio poco in rete.

    ReplyDelete